TALKIES MAGAZINE_NL_cover
05.10 DESIGNER
ELISABETTA FRANCHI INTERVISTATA DA TALKIES MAGAZINE
GALLERIA
La Fashion Designer è apparsa nell'ultimo numero di Talkies Magazine

TALKIES – Settembre 2016

Che la battaglia abbia inizio.

Creare abiti bellissimi è ciò che Elisabetta Franchi fa con successo da anni, ma ha anche un altro obiettivo. La designer italiana usa il suo gusto e la sua creatività per fare del bene: ha creato due speciali t-shirt che hanno sfilato sulla passerella della FW16, con immagini forti e messaggi chiari, una dichiarazione inequivocabile contro lo sfruttamento degli animali da circo. Tutto questo ha suscitato la nostra curiosità e abbiamo fatto ad Elisabetta Franchi alcune domande:

1. Come le è venuta l’idea del tema ‘Animals are not Clowns’?

Il mio impegno per gli animali è a 360°: soffro quando vedo come vengono trattati e ammazzati negli allevamenti gli animali e provo lo stesso dolore per quelli schiavi nei circhi. Così, con le due speciali t-shirt che ho fatto sfilare durante la FW16, ho voluto lanciare un appello per sensibilizzare l’opinione pubblica e svelare le crudeltà che si nascondono dietro uno spettacolo fatto di violenza e coercizione. Messaggi chiari contro questo tipo di sfruttamento animale.

2. Qual è lo Statement di questa collezione?

Con la collezione FW16 ho voluto osare, mi sono lasciata ispirare dalla follia surrealista del circo, da colori e forme ispirati alla magia del Cirque du Soleil mescolati con ironia a dettagli dal rigore gendarmerie, sottratti alle preziose uniformi della guardia del corpo di Maria Antonietta, la fascinosa Lady Oscar. Proprio come questa eroina francese, la mia donna cela la propria femminilità sotto le severe forme dello stile militare, svelando nei dettagli le armi segrete della seduzione.

La scelta del tema circense non è stata casuale; noi stilisti abbiamo la fortuna di poter trasmettere messaggi al mondo intero; quello che ho inviato facendo sfilare capi speciali come le t-shirt è uno dei più importanti: è fondamentale difendere gli

animali e i loro diritti…gli animali non possono parlare, ma hanno un’anima!

3. Al giorno d’oggi la sostenibilità è un tema caldo nel fashion system. Cosa ne pensa? Come agisce il brand a riguardo?

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”, così ho pensato la mia azienda in chiave eco-sostenibile e animal friendly. La svolta etica l’ho segnata dalla collaborazione con la LAV e l’adesione alle norme della Animal Free Fashion. E’ stato un percorso di consapevolezza, alla base del quale c’è il mio amore per tutti gli animali. Ma anche prima, non sono mai stata una “cacciatrice”. La linea Animal Free comprende capi interamente realizzati senza il ricorso a materiali di origine animale: pellicce e piumini eco-friendly, abiti, maglie e gonne in pelle sintetica, ma anche borse e piccoli accessori. Inoltre, sto facendo un percorso per rimuovere totalmente la pelle. Uccidere gli animali per vestirsi è l’opposto di essere cool! Inoltre dal 2013, ho avviato un programma di Dog Hospitality per i dipendenti, che possono così portare i loro cuccioli al lavoro.

4. Quali sono i nuovi must-have della stagione FW16?

Sicuramente il mini abito con frange e doppia riga regimental, indossato da tantissime celebrities di calibro internazionale come Kourtney Kardashian e Lindsay Lohan, ma anche il bodyshirt nel nuovo colore di collezione ‘oceano’ impreziosito da bottoni dal sapore gendarmerie e le jumpsuit che si riconfermano un must-have di ogni stagione.

5. Qual è la Celebrity meglio vestita in EF?

Le top model Gigi Hadid e Kendall Jenner, interpretano alla perfezione lo stile Elisabetta Franchi.

6. Qual è il suo abito preferito? Cosa le piace indossare di più?

Amo tutto ciò che disegno, ma preferisco indossare qualcosa di minimale come un abito a tubino nero o un abito cipria.

7. Perché gli Italiani hanno un grande senso di stile rispetto alla maggior parte degli europei?

Noi italiani abbiamo la moda nel DNA, lanciamo tendenze, è una dote innata, come del resto la nostra cucinauna delle migliori al mondo!

8. Quale personaggio ammira nella moda?

Stefano Gabbana: adoro la sua capacità di non prendersi troppo sul serio e scherzare con ironia.

9. Cosa la rende più orgogliosa del suo marchio?

Ogni qualvolta che incontro una donna che indossa i miei abiti.

10.Chi le piacerebbe vestire in EF?

Amal Clooney, una bellezza libanese unita alla classe british. Una donna forte, impegnata nel sociale ma che allo stesso tempo non rinuncia a moda ed eleganza. 

11.Che novità ci dobbiamo aspettare da EF nel 2016?

Nei prossimi tre anni prevediamo una crescita tramite varie dinamiche: crescita dei mercati esistenti, in particolare Europa, Russia, Cina e Medio Oriente, apertura di nuovi mercati, in particolare nella zona del Far East e USA. Inoltre stiamo puntando ad aprire altri punti vendita diretti per aumentare la visibilità del marchio in città di grande importanza, puntando ad una riqualificazione della distribuzione in Italia e all’estero che segue il percorso che il marchio e il prodotto sta facendo in questi anni. Di strategica importanza anche l’incremento dell’e-commerce, aperto ad altri Paesi determinanti, come la piattaforma in Russia. 

 

ULTIMI POST